Le due gare dedicate alle autostoriche e valide per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche
e per il per il Trofeo Rally di Zona organizzate dall’Automobile Club Verona sono pronte al via. Da stasera alle 18.21 l’ultima prova della massima serie nazionale riservata alle vetture che hanno fatto la storia dei rally scatterà da Veronafiere per concludersi sabato alle 20.21 in Piazza Bra.

VERONA, 11.10.2019 – Il 14° Rally Due Valli Historic ha i suoi protagonisti: con la chiusura delle verifiche sportive e tecniche gli attesi protagonisti delle autostoriche sono pronti a scaldare i motori per regalare sulle strade scaligere suoni e profumi d’altri tempi con i mezzi che da oltre quarant’anni emozionano gli appassionati di tutta Italia.

Tutti i 44 equipaggi protagonisti delle autostoriche sia quelli del Campionato Italiano Rally Autostoriche CIRAS che quelli del TRZ saranno inseriti in un’unica classifica, che sarà poi suddivisa al termine della gara. Anche nell’ordine di partenza le due categorie saranno unite, con i concorrenti del TRZ che non partiranno in coda ma saranno inseriti all’interno del proprio gruppo e classe fra i concorrenti del CIRAS.

Le vetture prenderanno il via alle 18.21 da Veronafiere per poi spostarsi subito sull’unica prova in programma per la giornata di oggi per le storiche: la prova spettacolo “Suzuki – Città di Verona” prevista alle 19.00 con l’ordine di partenza invertito.

Grande attesa per una battaglia dove sicure protagoniste saranno le vetture tedesche di casa Porsche con la 911 di Stoccarda presente in molte sue declinazioni fino alle più performanti e spettacolari Gruppo B. Tra gli alfieri di questa sempreverde teutonica non possiamo che citare il piemontese Roberto Rimoldi navigato da Roberto Consiglio su 911 SC ancora in lotta per il 3° Raggruppamento, ed il vincitore 2019 del 2° Raggruppamento Marco Bertinotti con al fianco Andrea Rondi su 911 RSR.

Sempre con una Porsche farà il suo ritorno alle corse dopo due anni di assenza il pilota di casa Riccardo Andreis, affiancato come sempre da Stefano Farina, con l’occasione ha lasciato la sua fedele 911 SC per una più performante 911 Gruppo B : “Sono molto felice di poter tornare a correre – spiega Andreis – soprattutto su queste strade, le prove di quest’anno sono tra le più belle del Due Valli”.

Un altro veronese che punterà ai piani alti di classifica sarà Nicola Patuzzo con Alberto Martini al via con una pietra miliare dei rally come la Toyota Celica 2000 GT Four. Imperdibile come sempre lo spettacolo che offriranno il nugolo di BMW M3 portate in gara tra gli altri da Paolo Nodari, “Raffa”,Giulio Pedretti, Alberto Sanna e Dennis Tezza.

Tra gli equipaggi stranieri, da sottolineare la rilevanza storico-rallystica della Porsche 911 2.8 RSR del tedesco Michael Stoschek navigato dal francese Tiago Monterio e della Mazda 323 GTX del tedesco Michael Burkart con Harald Korz con la vettura giapponese che può vantare un passato nel Mondiale Rally con alla guida nientemeno che Tommy Makkinen.

La nota femminile è ben rappresentata dalla padovana Fiorenza Soave, pilota che può vantare il titolo di Campionessa Italiana Rally nell’82 e ’83 con gli storici colori della 4 Rombi Corse, e dal suo rientro nel mondo dei rally ha già al suo attivo il titolo di Campionessa Italiana Rally Storici dal 2015 al 2019 con la Fiat Ritmo 130 TC.

Dopo il riordino notturno previsto dalle 19.35 domani mattina le battaglie riprenderanno alle 8.22 con la prima prova la “Roncà” prevista per le 9.51. A seguire altre cinque prove per il CIRAS, mentre il Trofeo Rally di Zona le ultime due le farà in trasferimento in coda ai protagonisti del CIRAS con l’arrivo in Piazza Brà previsto per le 20.21.