Federico Bottoni e Sofia Peruzzi vincono nella Coppa Rally di Zona

Bella affermazione per il pilota veronese, davanti a Degani-Mattioda e Guerra-Maifredini.
 
Il 40° Rally Due Valli oltre ad avere decretato il Campione Italiano di specialità è stato valido anche come ultima prova della Coppa Rally di Zona. Anche in questo caso l’esito della gara ha sancito il campione della 3^ Zona e per i primi tre classificati il diritto di accedere alla finale nazionale. Occhi puntati quindi sul pilota di casa Federico Bottoni già vincitore partito lancia in resta questa stagione con due vittorie assolute assieme alla sua navigatrice Sofia Peruzzi.
 
La gara, svoltasi tutta nella giornata di sabato 8 ottobre, prevedeva sei prove speciali con partenza in coda al Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco.
L’avvio ha visto subito un tentativo di allungo del vincitore della passata edizione Ilario Bondioni con Sofia D’Ambrosio su Skoda Fabia Rally2 R5, seguito però da Bottoni a poco più di 2” secondi e Degani, ma già distaccato di oltre dieci secondi. Sul secondo tratto cronometrato Bottoni prontamente rispondeva, vincendo la prova e portandosi in testa alla gara, complice anche una foratura all’anteriore sinistra di Bondioni che lasciava dieci secondi all’avversario ed il vertice della gara.
 
Da quel momento gli assalti alla vetta si sono rivelati vani, Bottoni d’autorità ha respinto con autorevolezza tutti gli assalti dei rivali, mantenendo salda la testa della classifica fino al traguardo vincendo tutte le restanti prove in programma e festeggiando nel migliore dei modi nella sempre incantevole cornice di Piazza Bra, il teatro d'eccellenza per il Rally Due Valli, la vittoria al 40° Rally Due Valli valido per il CRZ e con lui il successo per il secondo anno consecutivo nella Coppa Rally di Zona 3. Da segnalare che la festa in casa Bottoni si è completata grazie al successo in classe N2 di papà Giuseppe navigato da Elisabetta Sansone su Peugeot 106 S16.
 
Tornando alla cronaca della gara, dietro ai vincitori la lotta per il podio è stata molto avvincente, con un alternarsi di equipaggi che salivano e scendevano dall’ipotetico podio virtuale con la stessa velocità degli equipaggi in gara.
 
Sul quarto tratto cronometrato Michele Degani con alle note Alessandro Mattioda, dopo un avvio concentrato nel riprendere gli automatismi della sua Skoda Fabia Rally 2 R5, saliva fino al secondo posto senza lasciarlo più fino al traguardo conquistando una meritata piazza d’onore.
 
Terza posizione definita anche in questo caso sulla quarta prova speciale, con Fabrizio Guerra e Giovanni Maifredini, sempre sulla vettura ceca, sorpassavano Efrem Bianco e Dino Lamonato per l’ultimo spazio disponibile sul podio recuperando almeno parzialmente il tempo perso sul primo tratto cronometrato a causa di un testacoda. Bel quinto posto assoluto e primo equipaggio tutto veronese Giancarlo Cunegatti che assieme a Federico Righetti dimostrava di non aver perso lo smalto di un tempo rivelandosi sempre una carta sicura per il Due Valli in questo caso anche loro su Skoda Fabia Rally2 R5.
 
Primo equipaggio tra le due ruote motrici, come da pronostico, si è classificato l’equipaggio scaligero composto dal Cristian Dal Castello e Fabio Pachera, undicesimi assoluti con la Peugeot 208 Rally4, tornati alla vettura francese dopo la prima vittoria assoluta in carriera conseguita a maggio al Rally della Valpolicella con la Skoda Fabia R5, e capaci di piazzare ancora una volta la vettura del leone in posizioni di vertice, davanti anche a vetture sulla carta ben più accreditate.
Logo Due Valli Modermo e Historic  Rally Due Valli   

CIARCIRA CRZTRZ

CIAR Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco | CIRA Campionato Italiano Rally Asfalto
CRZ Coppa Rally di Zona | TRZ Trofeo Rally di Zona Auto Storiche

#R2V22
#lapassionenonsiferma



© All rights reserved. Powered by Passport.

Cookie Policy | Privacy Policy | Sitemap
Automobile Club Verona, Via della Valverde, 34 - P.I. 00225010230 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Back to Top